dedicati al diabete

Il piano terapeutico

Il Piano Terapeutico è una particolare prescrizione necessaria per alcuni farmaci, che possono essere prescritti solo da Centri Specialistici autorizzati dalla Regione, detti Centri di Riferimento.

Il Piano Terapeutico autorizza i medici di famiglia a rilasciare agli assistiti le ricette per ritirare in farmacia i medicinali idonei a effettuare le cure a domicilio, con onere a carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Il Piano Terapeutico, o PT, è dunque uno strumento ideato per evitare al paziente il ricorso allo specialista per la continuazione della terapia. II Piano Terapeutico è necessario per farmaci relativi a patologie “severe”, specialistiche e a forte impatto economico, per farmaci di recente immissione in commercio o con profilo da definire o di seconda linea o ad alto costo o, infine, con segnalazioni di aumentato rischio.

Il Piano Terapeutico è un documento redatto in tre copie dal medico specialista autorizzato: la prima rimane alla struttura cui fa capo il medico specialista che propone il Piano Terapeutico, la seconda va inviata (dallo specialista o dalla sua struttura di appartenenza) al servizio farmaceutico della ASL di competenza del paziente, la terza va inviata, per il tramite del paziente, al medico curante.
Il Piano Terapeutico ha validità limitata nel tempo e, se la terapia va continuata, deve essere rinnovato ad ogni scadenza.

Le informazioni contenute nel PT riguardano il paziente (codice fiscale e ASL di residenza), la diagnosi (motivo per cui viene prescritto il farmaco), il farmaco (specialità, posologia, durata del trattamento), medico prescrittore (timbro e firma) e data di compilazione. Se una qualsiasi di queste informazioni dovesse mancare, il PT non è valido, quindi il consiglio è di controllare sempre con attenzione il documento che viene consegnato.