dedicati al diabete

Tabella dei valori nutrizionali

La tabella aiuta a valutare ogni singolo alimento in rapporto alla quantità e qualità dei nutrienti presenti.

Esempio di lettura e interpretazione della Tabella, alimento: Grana Padano:

esempio tabella alimenti

  • La casella dei CARBOIDRATI ci dice che il Grana Padano contiene carboidrati semplici in una quantità (da 1 g a 6 g, bollino verde) tale da renderlo consentito alla persona con diabete.
  • La casella dei GRASSI ci dice la quantità di grassi totali presenti in 100 g (28,5 g). Il bollino rosso ci indica che la quantità di grassi saturi (superiore a 14 g) presenti nei grassi totali è tale che se la persona diabetica ha fattori di rischio cardiovascolari (sovrappeso e/o colesterolo alto) dovrà limitare il consumo del grana padano e comunque evitare di assumere altri alimenti ad alto contenuto di grassi saturi durante il resto della giornata.
  • La casella del COLESTEROLO ne indica la quantità presente in 100 g (109 mg). Il bollino rosso (superiore a 100 mg, vedi legenda) ci indica di conseguenza che se la persona diabetica ha il colesterolo alto dovrà limitare il consumo di Grana Padano e comunque evitare di assumere altri alimenti ad alto contenuto di colesterolo durante il resto della giornata, in modo da non superare la quota giornaliera di 200 mg di colesterolo assunto con gli alimenti.
  • La casella delle PROTEINE ne indica la quantità presente in 100 g (36 g), da conteggiare nella quota di proteine consentita per la giornata.
  • La casella delle FIBRE indica l’assenza di tale nutriente nell’alimento. Occorre quindi ricordare che tale alimento non concorre a coprire la quota di fibre necessaria per la giornata.

 

tabella alimenti legenda